Indice del forum Forum Parlando di Canarini
RegistratiCercaFAQLista utentiGruppiLog in
Colorante [prima e dopo]

 
Rispondi    Indice del forum » Alimentazione Precedente
Successivo
Colorante [prima e dopo]
Autore Messaggio
Ads






Ads

19 Feb 2018 13:55 pm
Giuseppe
Amministratore
Fondatore del forum


Registrato: 02/01/09 13:42
Messaggi: 2425
Residenza: Sicilia

Messaggio Colorante [prima e dopo] Rispondi citando
Come prima sostanza colorante fu usato il pepe di caienna (il comune peperoncino rosso). Ciò risale agli anni ' 20 del secolo scorso. Si mescolava il peperoncino tritato in del poco pastoncino e lo si forniva la sera per stimolarli a mangiarlo la mattina dato che era un pastone così poco appetibile.
Contemporaneamente si impiegava la carota, grattugiata e miscelata al pastoncino oppure passata al torchio (spremuta) da mettere nel beverino al posto dell'acqua. L'inconveniente principale dell'uso della carota è che irrancidisce, nei mesi estivi, nel giro di poche ore, per questo il suo utilizzo è diminuito. All'epoca veniva usata anche la farina di mais della varietà "Plata" più ricca di carotene. Ma nessuna di queste sostanze riusciva a far ottenere la colorazione che al giorno d'oggi hanno i suddetti canarini a fattore rosso.
Attorno agli anni ' 70 fu messo in commercio il famoso "Rosso Vital" che conteneva bacche, farine vegetali e forse cantaxantina (gli ingredienti rimasero sconosciuti perché all'epoca la legge non obbligava l'indicazione degli ingredienti). Fu poi la volta del "Rubired" e del "Necareco", entrambi in soluzione oleosa che dettero risultati migliori ma non paragonabili a quelli che si iniziarono ad ottenere da quando si iniziò l'uso dei caroteni di sintesi ossia il betacarotene, il carophil rosso e la cantaxantina.
La cantaxantina è in commercio alla concentrazione del 10%. Questo significa che per ogni 100 grammi di prodotto, 10 sono di cantaxantina pura il rimanente è eccipiente. Il carophil è un derivato stretto della cantaxantina ad una concentrazione lievemente inferiore.
Il fattore che decide la tonalità del colore, cioè la data gradazione di rosso (rubino, carminio, magenta, ecc.) è il colorante singolo o la miscela di coloranti usata e la quantità di colorante miscelato al pastone o all'acqua di bevanda.
Se negli anni ' 80 il colorante più utilizzato era il betacarotene, da solo o combinato con carophil e cantaxantina, oggi il betacarotene è stato drasticamente accantonato a favore della cantaxantina e soprattutto del carophil rosso.Una miscela tipica di quel periodo era: 4 grammi di betacarotene, 2 grammi di carophil rosso, 1 grammo di cantaxantina e il il tutto veniva miscelato in un chilo di pastoncino. Il numero di allevatori che preferiscono sciogliere il colorante nell'acqua di bevanda è ormai ridotto a zero visto gli sprechi, la sporcizia (tutte le attrezzature si colorano di rosso), la difficoltà di difendere l'acqua colorata da luce e calore e la variabilità della sete dei soggetti che è sempre più grande della variabilità della fame.
In effetti il betacarotene da solo o come ingrediente principale delle miscele coloranti apporta una tonalità troppo arancione rispetto allo standard richiesto oggi. Tuttavia si consiglia l'uso di una piccola quantità di betacarotene quando si usano grosse quantità di carophil e cantaxantina, in quanto "protegge" dal virare della colorazione verso il mattone.
Di seguito ci sono delle miscele di coloranti utilizzate da allevatori di livello internazionale:
1) 5 grammi di carophil + 2 grammi di cantaxantina per kg di pastone
2) 6 grammi di carophil + 1 grammo di cantaxantina per kg di pastone
3) 5 grammi di carophil + 5 grammi di Bogena intensive per kg di pastone
4) 6 grammi di carophil + 4 grammi di Bogena intensive per kg di pastone
5) 6 grammi di carophil + 2 grammi di cantaxantina + 2 grammi di betacarotene + 4 grammi di Bogena intensive per kg di pastone
6) 7 grammi di carophil + 2 grammi di cantaxantina + 2 grammi di betacarotene per kg di pastone
7) 8 grammi di carophil + 5 grammi di bogena intensive + 2 grammi di betacarotene per kg di pastone
8 ) 10 grammi di carophil + 3 grammi di betacarotene per kg di pastone

Alcuni si servono di quantità medie di coloranti per evitare che si presentino tonalità di rosso indesiderate come il rosso mattone; queste quantità corrispondono all'utilizzo di un singolo colorante (consigliabile il carophil rosso) o due (carophil e cantaxantina oppure carophil e bogena). La quantità usata è di 6-7 grammi per kg di pastone. Ci sono però altri che per colorare i propri soggetti si servono di quantità forti di coloranti; in questo caso bisogna utilizzare anche una modesta quantità di betacarotene in modo che si "allegerisca" la tonalità mantenendola su quel rosso carminio che è ricercato da tutti. La quantità corrisponde a 8-10 grammi per kg di pastone.


_________________
Allevamento di rossi (brinati,intensi e avorio), nero rosso mosaico, nero opale e phaeo rosso mosaico.
Associazione Ornitologica Paternese
R.N.A. 63RE
02 Lug 2011 13:32 pm Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
Mostra prima i messaggi di:    
Rispondi    Indice del forum » Alimentazione Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a: 
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Design by Freestyle XL / Music Lyrics.phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 4.513