Indice del forum Forum Parlando di Canarini
RegistratiCercaFAQLista utentiGruppiLog in
Cardellino a fattore giallo

 
Rispondi    Indice del forum » Selezione & Genetica in Esotici & Indigeni Precedente
Successivo
Cardellino a fattore giallo
Autore Messaggio
Ads






Ads

20 Gen 2018 9:19 am
Giuseppe
Amministratore
Fondatore del forum


Registrato: 02/01/09 13:42
Messaggi: 2425
Residenza: Sicilia

Messaggio Cardellino a fattore giallo Rispondi citando

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Anche se la mutazione giallo del Cardellino non ha destato molto scalpore nel corso degli anni è giusto continuare ad allevarla e puntare ad una giusta selezione. La maschera tipica del cardellino deve rimanere intatta senza smarginamenti, ecco perché si consiglia di non utilizzare soggetti appartenenti alla sottospecie Major ma di utilizzare soggetti appartenenti alle sottospecie più piccole, quelle più colorate. La presenza del giallo ,in questa mutazione,comprende tutti i distretti del piumaggio ,salvo il basso ventre ed il colore con il bruno di origine feomelanica del petto e del dorso genera zone verdastre che devono essere evitate. Per evitare la presenza di zone verdastre si consiglia di utilizzare la mutazione Albino che porta alla produzione di soggetti completamente gialli, con riduzione di feomelanina e con l'evidenza della maschera rossa che dovrebbe risultare più netta possibile. Il tipo di piumaggio del Cardellino giallo è intensivo, con penne strette a causa dell'accorciamento delle barbe e l'andamento ereditario è autosomico dominante. E' possibile che alcuni soggetti siano dei doppi dominanti con caratteristiche fenotipiche che vengono definite da super intensivo, con struttura corporea esile e con zone apterili scoperte. Essendo il cardellino Giallo ,di tipo intensivo, bisogna accoppiarlo con un soggetto normale, con piumaggio folto e attillato, che compensi il decadimento fisiologico dato dall'intensivo.
Ci si potrebbe chiedere: ma esiste un Cardellino con diffusione lipocromica? Inizialmente vennero i dubbi ma poi le conferme. Come sempre si è tentato di trovare dei fattori similari con altre specie e si trovarono nel Lucherino. Anche in esso si trovò la mutazione in grado di diffondere il lipocromo su tutto il piumaggio e le conferme si fecero sempre più evidenti. Si ipotizzò che questo processo che porti alla difffusione di lipocromo sia ereditato da un Carduelide arcaico soffuso di giallo, progenitore comune di Verdoni, Lucherini e Cardellini.
Per concludere, questa mutazione ancora non si è affermata perché meno accattivante delle altre; la si vede giudicabile maggiormente in mostre specialistiche anche perché in quelle generiche non avrebbe la meglio su altre mutazioni più interessanti; però, sono del parere, che bisogna mantenere viva una mutazione che di fatto esiste e potrebbe attrarre.

Argomento che sarà copiato in Terra degli Uccelli


_________________
Allevamento di rossi (brinati,intensi e avorio), nero rosso mosaico, nero opale e phaeo rosso mosaico.
Associazione Ornitologica Paternese
R.N.A. 63RE
15 Giu 2012 14:37 pm Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
Mostra prima i messaggi di:    
Rispondi    Indice del forum » Selezione & Genetica in Esotici & Indigeni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a: 
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Design by Freestyle XL / Music Lyrics.phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 1.654